Menu

Lezione individuale di strumento

 

Si accede dopo aver frequentato il primo anno di CML. Durante tale periodo la famiglia partecipa a vari eventi: saggi di strumento, concerti, recital e lezioni individuali in modo che il bambino possa assistere alle esibizioni di altri studenti più grandi e cominci ad esprimere la propria preferenza per lo strumento da scegliere. 

 

Suonare lo strumento con il  metodo Suzuki: caratteristiche

 

  • Partecipazione attiva del genitore alla lezione. Il genitore assiste regolarmente alle lezioni, presta attenzione a quanto viene spiegato e assume il ruolo di "maestro di casa", cioè colui che ha il compito curare l'esercizio giornaliero del proprio figlio.

 

  • Cura della postura e della posizione corretta sin dalla prima lezione. I primi brani che il bambino affronta, le “Variazioni di Bella Stella”, sono state ideate dal Maestro Suzuki sia per formare l’orecchio ritmico e melodico del bambino, che per acquisire l’uso di una corretta tecnica di base. Non bisogna avere fretta, ciascun bambino ha i suoi tempi di apprendimento.  E’ necessario però esercitarsi tutti i giorni, per pochi minuti, preferibilmente più volte al giorno. I bambini amano le azioni ripetute, come quando vogliono vedere sempre lo stesso film o ascoltare la stessa musica.

 

  • Cura del bel suono e  dell'intonazione. La tecnica, nel metodo Suzuki, è direttamente collegata alla produzione del suono. Le variazioni da questo punto di vista sono molto utili per curare sin da subito la produzione di un suono qualitativamente corretto.

 

  • Ascolto quotidiano del CD contenente i brani da studiare. Attraverso questa pratica il bambino memorizza in anticipo  i brani, cogliendone anche le sfumature interpretative, li impara più in fretta e si accorge degli errori mentre suona. Sviluppa l'orecchio musicale a tal punto che a volte gioca ad accennare i brani che ancora deve studiare.

 

  • Revisione di tutti i brani del repertorio. Terminate le variazioni, operazione che richiede un lungo periodo (anche sei mesi) il bambino padroneggia la tecnica necessaria per affrontare tutto il repertorio del primo volume. I brani vengono affrontati e risolti uno per volta e poi perfezionati e rivisti continuamente. Una volta terminato il libro il bambino tiene il recital, cioè esegue a memoria tutti i brani del volume davanti ad amici, parenti ed insegnanti, conseguendo il certificato di "Primo Livello Suzuki". La stessa cosa avviene poi con i volumi successivi, al termine di tutti il percorso consegue il "Diploma Suzuki".

 

  • Apprendimento della lettura dello spartito musicale. Alla fine del secondo anno del CML, cioè circa all’età di  5 anni,  l'allievo comincia a familiarizzare con alcuni elementi della notazione musicale e prosegue gli anni successivi ad approfondire tutti i diversi aspetti della lettura. Contemporaneamente a lezione di strumento, quando egli si trova circa a metà del primo volume Suzuki ed ha acquisito una  postura e una posizione abbastanza corretta,  si introduce il “libro della lettura”, un libro molto facile con una grafica adatta ai bimbi piccoli con note grandi, disegni e figure accattivanti. La lettura affiancherà lo studio del repertorio Suzuki e dopo qualche tempo, in genere verso la fine del secondo volume, il bambino sarà perfettamente in grado di leggere tutto ciò che suona.

 

Eventi

Multimedia

Il Metodo

Richiesta informazioni

Dove Siamo

Modulistica